Healing Gardens

Nel corso della storia i giardini sono spesso stati utilizzati per aiutare nel processo di guarigione, dal Giardino Zen giapponese al giardino monastico occidentale. Tuttavia, con i progressi della tecnologia medica nel XX secolo, l'uso dei giardini come elementi di guarigione è quasi scomparso. Con il recente interesse per le terapie complementari e alternative, che prendono in considerazione la guarigione di tutta la persona in mente, corpo e spirito, l'interesse per il giardino terapeutico è stato recuperato.

Ci occupiamo della progettazione e realizzazione di Healing Gardens, ideati appositamente per ospedali, case di cura, centri di assistenza, con finalità terapeutiche e di benessere sia per i pazienti, sia per il personale della struttura e dei parenti in visita.
Vi sono diversi tipi di Healing Garden, tali da accompagnare in maniera più mirata il degente verso un processo di guarigione a seconda della patologia che presenta:
- Disturbi mentali
- Alzheimer
- Bambini traumatizzati
- Anziani
- Varie dipendenze, dalle droghe all’alcool

Nel progettare un Healing Garden, si devono tenere in considerazione gli stessi criteri validi per qualsiasi giardino, ponendo però particolare attenzione a:
- la funzionalità e fruibilità: indispensabile perché il giardino non deve essere ostacolo alle eventuali limitazioni fisiche degli utenti bensì deve stimolarne le capacità motorie e di interazione;
- il disegno e la gestibilità: per istituzioni come gli ospedali è fondamentale che il giardino sia facile da manutenere, poichè un giardino sempre florido mantiene viva nei pazienti la fiducia sui suoi effetti benefici e l’interesse nel suo utilizzo;
- la bellezza e l’emotività: gli Healing Gardens devono essere un ambiente piacevole al fine di rilassare e curare psicologicamente i pazienti tramite l’uso del suono, dei colori, degli odori, degli spazi;
- la semplicità: molte delle persone che utilizzano questi giardini hanno a che fare con lo stress e situazioni post-traumatiche. Quindi è importante creare percorsi di facile intuizione e spazi di facile comprensione.

È possibile, inoltre, unire i benefici derivanti dall’esperienza degli Healing gardens, con una più interattiva quale l’ortoterapia dove i visitatori/pazienti vengono coinvolti in attività di orticoltura, dove il contatto diretto con la terra, la vegetazione e le tecniche di coltivazione è dimostrato avere effetti benefici e terapeutici sul corpo e sulla mente.

Facebook Twitter Google+ Pinterest