Giardino Botanico - La Cutura

Una delle nostre recenti tappe di lavoro, ci ha portato nel bellissimo Salento, in particolare a Lecce. Una volta lì non poteva mancare la visita ad uno dei più bei Giardini Botanici d'Italia: La Cutura. Questo giardino si estende per 35 ettari ed ospita una delle più ricche raccolte di piante grasse e tropicali. Nasce su un’antica tenuta di campagna costruita nel classico stile rurale di fine ottocento. E' una tenuta privata appartenente alla famiglia Cezzi, Il giardino è strutturato in 11 principali aree; si segue un percorso botanico obbligato lungo viali di rose, giardini di piante aromatiche ed aiuole di piante mediterranee ed officinali. Si giunge al laghetto di papiri e ninfee, per poi passare nel giardino roccioso ed attraversare l’agrumeto ed il bosco di Lecci, per giungere ad un imponente serra di mille metri quadrati dove sono raccolti e catalogati oltre 2000 esemplari di piante grasse e succulente di varia provenienza, preziose per rarità, tipologia e dimensione.Salvatore Cezzi ha sviluppato una serie di serre, ambienti, giardini, ognuno con il proprio tema e la propria preziosissima composizione di piante rare.

BORGO ANTICO: è la parte più antica, la costruzione risale ala seconda metà del settecento e la struttura è simile ai fabbricati rurali spagnoli.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 01

GIARDINO ROCCIOSO: suggestiva ambientazione data dalle sculture naturali e dalle vecchie mura che circondano l’intero giardino, costituite dalle pietre delle campagne salentine. Qui si      possono ammirare 80 varietà di Agavi, 50 varietà di Opuntie e numerose varietà di cactacee.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 02

SERRA DI PIANTE GRASSE E TROPICALI: serra monumentale realizzata in ferro e policarbonato, per un'altezza di 16 metri, che accoglie 2000 varietà di piante provenienti da tutto il mondo, dal Messico all’Africa, al Sud America; al suo interno sono riprodotte le condizioni climatiche adatte, in termini di temperatura e grado di umidità.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 03

GIARDINO MEDITERRANEO: prende il nome appunto dalle varietà floreali che contiene, è una grande aiuola bordata da dianthus ( garofani bianchi profumati) dove hanno trovato dimora varie essenze della macchia mediterranea: conifere , ginestre , ginepri , olearie , corbezzoli , mirti , tim, per una collezione di piante abbastanza nota al territorio salentino.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 04

LAGHETTO NATURALE CON PAPIRI E NINFEE: è uno stagno in cui si raccoglie l’acqua piovana che viene raccolta da una cisterna che si trova nella parte centrale della serra. Sono presenti oltre a papiri e ninfee, numerose piante acquatiche : bambù , giacinti , iris etc.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 05

ROSETO: i viali del percorso guidato sono ornati da circa 100 varietà di rose, alcune damascene (di Damasco) note per l’aroma molto intenso e gradevole. Nel periodo della fioritura offrono uno scenario indimenticabile per colori e profumi.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 06

BOSCO DI LECCI: Il bosco dei lecci’ rappresenta un’altra ambientazione molto particolare, dove grandi querce secolari (Quercus Ilex) offrono il giusto contesto per ospitare, durante il periodo primaverile ed estivo, concerti, eventi e manifestazioni. Qui oltretutto le caratteristiche del terriccio favoriscono la nascita di numerose varietà di funghi e tartufi.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 07

GIARDINO ALL'ITALIANA: è il classico giardino formato da aiuole disposte geometricamente e bordate con bosso. In esse dalla primavera all’autunno si possono ammirare circa 70 varietà di piante officinali di cui vengono illustrate, con appositi cartelli, le svariate proprietà curative e il loro utilizzo in erboristeria .Sono presenti numerose varietà di : artemisia, aglio , liquirizia , ipericum , rumex acetosa, etc.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 08

GIARDINO DEI SEMPLICI: è un caratteristico spazio recintato dove dimoravano durante le ore del giorno mucche e vitelli; si possono ammirare diverse varietà di piante aromatiche : menta, alkermes, lavande e canfore. Sono tutte quelle erbe che, anche oggi, sono coltivate negli orti dei conventi con i quali i monaci producono sciroppi, liquori e tisane per lenire mal di testa, di denti o disturbi intestinali.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 09

GIARDINO DEI PROFUMI: ospita alberi, piante e fiori che nel corso delle varie stagioni emanano deliziosi ed inebrianti profumi. Tutte le aiuole sono bordate dalle profumatissime violette di Parma che fioriscono tra marzo ed aprile.

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 10

GIARDINO SEGRETO: così chiamato perché custodisce le piante più rare in una zona più nascosta rispetto al resto delle ambientazioni, che trasformano l’iniziale curiosità del visitatore in manifestazioni di entusiasmo ed emozione. Percorrendo un lungo viale di gerani fra i pini, attraverso una monumentale scalinata scavata nella roccia, si raggiunge una vecchia cava tufacea dove hanno trovato dimora gli agrumi rari, le conifere nane, le eritrine, le gordonie e tante altre piante insolite. Nello stesso luogo 2 piccole serre accolgono le rarità più delicate; Palmizi, felci ed orchidee in una, frutti esotici ed essenze profumate nell’altra. 

 Parterreart blog lacutura lecce giardino botanico 11

Animali come: Colombi, Anatre, Oche, Cigni, Galline, Fagiani, Caprette, Cavallini nani “Falabella”, si possono ammirare nelle ore di luce, in grandi recinti a cielo aperto che circondano il giardino.  Per la gioia dei più piccini, all’ interno del Giardino Segreto sorge “La Vecchia Fattoria”; un percorso faunistico ricco di curiosi animali:Colombi “Ricciuti” e “Cappuccini” in libertà, Anatre, Oche e Cigni Reali, razze di Galli e Galline Ornamentali (Ciuffate, Barbute, Calzate, Nane e Giganti), Fagiani Dorati e Argentati, Caprette Nane, Daini, Pony, Asinelli e Cavallini “Falabella”, Coniglietti Nani e centinaia di coloratissime Carpe Koi giapponesi.

http://www.lacutura.it

Facebook Twitter Google+ Pinterest